.
Annunci online

Nightfreeqnc
libere frequenze notturne


Diario


9 febbraio 2005

A.genzia V.iaggi M.usicali N° 7: Seventies Pt.2

Dalla fusione di stili e culture, società e rabbia, storia e...
La musica diventò più spigolosa, diretta, forte e ruvida!
La chitarra elettrica
, enfatizzata e sfruttata al di là del prevedibile gia nei '50, da un "certo" Charlie Christian (il più grande ideatore di riff della storia), si trasformò in oggetto di culto; lo strumento principe dei graffi e le grida delle generazioni a venire... Q
uasi in un simbolo sessuale... Trasgressivo e irrefrenabile.
(Poi a dire il vero tutto ciò si trasformò nella musica più prevedibile e canonizzata della storia: il Cantante è sempre il "capo" e quando non lo è, lo è il chitarrista... E alle volte i due sono la stessa persona... Ma si torna al discorso dello sfruttamento industriale di un'idea valida...)
La distorsione del suono... Il lamentare note tremolanti, poi compresse e sparate alle orecchie... Il Rock... Quello duro nasce, se vogliamo, dallo stesso papà del pop-rock mondiale: Jimi Hendrix!
Se da un lato la fine dei '60 e i mitici e fin troppo osannati '70 camminarono dal jazz e la musica Afro-Americana verso la Dance e i Prog-Rock sperimentale, dall'altro, enfatizzando le sonorità elettriche legate molto agli stilemi del Blues, iniziò a muoversi con energia e creatività uno stile dapprima molto americano, poi universale:
Led Zeppelin, Deep Purple... poi Ac-Dc e gruppi dalle sonorità assolutamente rabbiose e potenti disegnarono
L'Hard Rock!
... ...
L'Heavy Metal è un figlioccio delle esasperazioni espressive e tecniche degli strumenti nel tempo... ciò nondimeno ha comunque donato gruppi di tutto rispetto al mondo della musica... ma sarebbe troppo lungo affrontare il mio pensiero a riguardo e sorvolo rimandando ad un progetto futuro legato ampliamente alla musica dell'ultimo secolo e mezzo!
... ...
La verità forse è che proprio nei '70 ci si sarebbe dovuti accorgere dell'impossibilità di definire... Racchiudere in comparti stagni stili diversi... Ma piuttosto riconoscere sfumature diverse e donar loro continuità.
Ma dare nomi rende replicabile e vendibile un marchio... una canzone... un gruppo... un volto... E questo mi ha allontanato per molto tempo dal rock e dal pop:
l'esiguo peso dell'artista sul prodotto finale!
... Frank Zappa però!!!
Una riflessione mia personale dona il giusto valore a tutta la musica rock:
certe sonorità e capacità espressive erano sconosciute al jazz e alla classica... e anche al papà-Blues, quindi le modalità rock, le tematiche. gli stili autoriali e compositivi dei grandi sono assolutamente irrinunciabili per la completezza narrativa del tempo da parte della musica moderna.
... ...
Per conoscere poi tutte le tonalità e le aderenze tra gli stili citati sin ora nei miei precedenti e in questo... risulta molto istruttivo e piacevole seguire artisti-cantautori del calibro di Lou Reed, Van Morrison, Leonard Coen, Tim Buckley, il primo Springsteen, Bob Dylan... e David Bowie, Elvis Costello.
Essi e tanti altri, sono la manifestazione costante della Kaledoscopica possibilità di utilizzare e mescolare insieme moods diversi e sonorità apparentemente contrastanti per esprimere grande musica e grande impegno sociale e poetico, senza essere costretti a rispettare "contratti stilistici".
... ...
A volte sembra che si inventi un nuovo stile-corrente musicale soltanto grazie ad una regolazione diversa dei livelli di registrazione di un mixer in sala registrazione...
Da sempre... E mai come ora, tra il dominio presunto od effettivo di messaggi e prodotti uniformati, ripetuti e sterilizzati,
risulta irrinunciabile la capacità e la fantasia individuale nell'uso creativo delle... Nostre orecchie!
... ...
Poi, proprio quando le industrie discografiche pensavano di aver eliminato il difficile, deviante, poco replicabile e pericolosamente affascinante ed incontrollabile Jazz... Eccolo tornare, infingardo ed insinuante alla carica...
Eppure erano arrivati gli edonistici e superficiali Anni '80?!...
... Ma questa è un'altra storia.

Agenzie Precedenti
Nighty




permalink | inviato da il 9/2/2005 alle 19:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 251489 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Film!
Teatro
Corso Animatori
La mia Città
A.genzia V.iaggi M.usicali
Racconti Sconnessi
Senza Filtro
Le Città di Nighty
Coma so' Ffatte?
Frattaglie poetiche
Commedie autografe
Racconti e Frammenti
Riflessi Sabbiati
Disertori
Discoteca LibereFrequenzeNotturne
recensioni

VAI A VEDERE

Nighty su MySpace
Valtur


Google

Note Biografiche dell'essere vivente in questione...

Nighty
 nasce… come tutti!
E sarà proprio questo che gli regalerà quell’eterna espressione di stupore nel non persuadersi che un essere come lui potesse venire al mondo come gli altri esseri umani!
Passerà la prima parte della sua vita nell’abile arte di mimetizzarsi tra gli abitanti del globo terracqueo, annaspando volontariamente tra la mediocrità di studi tecnici e gli approcci poco convincenti con l’università.
Successivamente, con una spiazzante mossa del tutto uguale a quella dei migliori esemplari di homo sapiens (una raccomandazione parentale), conquista un posto in fabbrica come operaio generico.
Non contento della mimetica e insulsa vita fin lì costruitasi, identifica in un altro mestiere l’apoteosi dell’idiozia e contemporaneamente il suo posto perfetto per ingannare qualunque dubbio sulla sua provenienza o presunta intelligenzaL’Animatore Turistico!

Purtroppo l’istinto primordiale di scarabocchiare e far domande su qualunque cosa riempia della sua massa l’atmosfera di questo sconosciuto pianeta, e formulare di tanto in tanto pensieri di senso compiuto su fogli di cellulosa, ancora oggi minano la sua faticata tranquillità.
Si è recentemente prodotto in un libro di racconti e frammenti poetici (Racconti e Frammenti, Montedit 2005), scrive saltuariamente su un Blog (www.nightfreeqnc.ilcannocchiale.it) e continua a far domande e ad impiastrare albe primordiali e intensi tramonti con la sua pedissequa espressione di stupore.
Voci veritiere e confermate dai fatti che lo danno vincitore di un premio letterario col suo primo romanzo “Noiæ (jamme po’ iì!)”(poi trasformato in "Noi (...ae!)" per l'imminente edizione Serarcangeli), acuiscono l’incombenza che prima o poi venga riconosciuto, isolato e reso innocuo per la società.
Nell’attesa del lieto evento le ultime notizie pervenute lo danno eremita in un luogo ameno alle pendici di un monte del “Golfo del Lazio” alle prese col suo secondo romanzo.
Nel frattempo subisce gli effetti delle fobie da letto singolo e degli sbalzi di umore propri della sua natura.

music player
I made this music player at MyFlashFetish.com.
.



CERCA