.
Annunci online

Nightfreeqnc
libere frequenze notturne


Diario


24 febbraio 2005

Irragiungibile immobilità...

Rimbomba il richiamo sordo...
Rimbalza tra pareti linde
... Appena umide di remoti contenuti
... ...
Accanito e sterile ripeti te stesso
Odi il deformato tuo vociare
... ...
Fermo!
Immobile e specchiante
parole, sentimenti e sentieri
Ti scopri rapido viaggiatore
Abile escursionista
Archeologo di tesori dimenticati
... o sconosciuti...
... ...
Scavi e scovi strade e vene minerarie
Fermo e silenzioso
Finchè la misura è colma
Finchè non tenti
timido e sorridente...
Il richiamo!...
Sibilante ed intonato
Cade nel soffice abbraccio di nuovi pieni
... nuovi perché
... ...
Goffo e pesante
Ricominci il moto.

(Parentesi posticcia in "Courier New")
Ho visto uno “stupido, insignificante, seriale” telefilm.
Un odiato, monotono, fallito, depresso e ridicolizzato personaggio...
Vive il suo sogno!
Dirigerà la Filarmonica in un concerto pomeridiano, come premio di un concorso di abbonati alla stagione concertistica.
Quel povero, sciocco e irretito E.ssere U.mano non appoggia il suo sogno ad un’opera notissima e facile da condurre... Rischia Dvorak, vuole vivere al massimo quel momento, quel concerto che non avrà nessun tipo di “domani”...
S’impaccia.
Trema.
S’arrende e si ricarica!
Sale sul podio...
Guarda sguardi scettici e sufficienti
Li riconosce in quelli di tutti i giorni...
Da sempre!
Batte la bacchetta...
Dirige!

Termina!

Gli orchestrali, i Maestri d’orchestra lo applaudono!
Lui si inchina per una volta al sincero rispetto altrui!


Ho visto, sentito… Vissuto quell’emozione mille volte...
Ho avuto spesso l’incubo di poter apparire come lui...
Oggi ho avuto il desiderio di essere lui:
Un’orchestra, 100 elementi, 100 sfumature, 100 strumenti, 100 persone che si caricano delle tue emozioni, dei tuoi colori...
Riuscire a suonare 100 volte contemporaneamente, in 100 modi diversi la mia musica, la mia anima.
Il ricordo di mio Padre, le mie occasioni perse, quelle che sto ricostruendo, le mille incomprensioni e incertezze, le persone care e quelle lontane e tutte le volte che ‘ste due cose coincidono...
... Gli avrei fatto suonare ‘Round About Midnight...
Orchestrale!
Con un mio arrangiamento scritto in italiese e scarabocchi sugli spartiti stropicciati e pianti...
Avrei poi ascoltato chino l’applauso sincero, spontaneo, non richiesto dell’orchestra come materializzazione innegabile della riuscita, della chiarezza, della purezza del mio messaggio.
E tra gli applausi avrei salutato un po’ di amici lontani:
Dex, Bird, John, Duke, Bix, Jimi, Gil, Jaco, Sergio, Massimo, Luca…
Papà
E poi Max, Lollo, Anto, Napo…
... Poi mi sono ripreso dal momento e ho solamente postato, somma posticcia al pezzo di oggi, queste parole.

Dedicato a chi si sente svuotato
Nighty




permalink | inviato da il 24/2/2005 alle 13:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Film!
Teatro
Corso Animatori
La mia Città
A.genzia V.iaggi M.usicali
Racconti Sconnessi
Senza Filtro
Le Città di Nighty
Coma so' Ffatte?
Frattaglie poetiche
Commedie autografe
Racconti e Frammenti
Riflessi Sabbiati
Disertori
Discoteca LibereFrequenzeNotturne
recensioni

VAI A VEDERE

Nighty su MySpace
Valtur


Google

Note Biografiche dell'essere vivente in questione...

Nighty
 nasce… come tutti!
E sarà proprio questo che gli regalerà quell’eterna espressione di stupore nel non persuadersi che un essere come lui potesse venire al mondo come gli altri esseri umani!
Passerà la prima parte della sua vita nell’abile arte di mimetizzarsi tra gli abitanti del globo terracqueo, annaspando volontariamente tra la mediocrità di studi tecnici e gli approcci poco convincenti con l’università.
Successivamente, con una spiazzante mossa del tutto uguale a quella dei migliori esemplari di homo sapiens (una raccomandazione parentale), conquista un posto in fabbrica come operaio generico.
Non contento della mimetica e insulsa vita fin lì costruitasi, identifica in un altro mestiere l’apoteosi dell’idiozia e contemporaneamente il suo posto perfetto per ingannare qualunque dubbio sulla sua provenienza o presunta intelligenzaL’Animatore Turistico!

Purtroppo l’istinto primordiale di scarabocchiare e far domande su qualunque cosa riempia della sua massa l’atmosfera di questo sconosciuto pianeta, e formulare di tanto in tanto pensieri di senso compiuto su fogli di cellulosa, ancora oggi minano la sua faticata tranquillità.
Si è recentemente prodotto in un libro di racconti e frammenti poetici (Racconti e Frammenti, Montedit 2005), scrive saltuariamente su un Blog (www.nightfreeqnc.ilcannocchiale.it) e continua a far domande e ad impiastrare albe primordiali e intensi tramonti con la sua pedissequa espressione di stupore.
Voci veritiere e confermate dai fatti che lo danno vincitore di un premio letterario col suo primo romanzo “Noiæ (jamme po’ iì!)”(poi trasformato in "Noi (...ae!)" per l'imminente edizione Serarcangeli), acuiscono l’incombenza che prima o poi venga riconosciuto, isolato e reso innocuo per la società.
Nell’attesa del lieto evento le ultime notizie pervenute lo danno eremita in un luogo ameno alle pendici di un monte del “Golfo del Lazio” alle prese col suo secondo romanzo.
Nel frattempo subisce gli effetti delle fobie da letto singolo e degli sbalzi di umore propri della sua natura.

music player
I made this music player at MyFlashFetish.com.
.



CERCA