.
Annunci online

Nightfreeqnc
libere frequenze notturne


Diario


4 ottobre 2008

google.it

 premo il pulsantino in alto, vicino allo sportello dello schermo...
anzi, prima apro lo schermo, poi premo il pulsantino, poi attacco l'alimentazione e sfilo la batteria, quasi inutile con i venti minuti di autonomia che le restano, poi attendo paziente che il ciclo di avviamento termini, clicco sull'icona "musica" del desktop, scelgo david sylvian, porto ad icona lo schermo, avvio l'explorer, si apre Google.it...
e lì, in quel preciso momento...
immerso nell'ovattato e raffinato ambiente che riesce a costruire la musica anche in una baracca di lobotomici persi dietro le farneticazioni malavitose di Gigidalessio...
sento di essere di nuovo immobile...
fermo e silente...
senza idee e sogni...
?
la casella della ricerca resta vuota.
io mi sento vuoto e...
mi chiedo da quale buco delle ignorate tasche sia sfilata via la curiosità.
Accetto l'invito per un cinema che mi squilla a tempo con la mia delusione dal cellulare.
Lascio acceso il portatile, chissà se magari ci ritrovo poi qualcosa su... così, per magia.
...
Vado al cinema, vedo Spike Lee, con un amico, vedo anche molta gente che mi appare sempre meno simile a come io ricordavo la gente della mia città.
La mia città era popolata da gente gioviale, curiosa, che si incontrava e si prendeva allegramente in giro e si raccontava e si immaginava di costruire la miglior città possibile, diversa dalle altre... si usciva con la neve nelle strade indossando sci da fondo, ci si invitava a prendere un caffè anche sotto una pioggia torrenziale, ci si incontrava a correre tra i pini del concentramento per perdere qualche etto di troppo, ma ci si invitava anche a cena subito dopo per rimetterli immediatamente su!
Certo si sognava di andare a milanolondraniùiorcbolognaroma... ma poi si tornava a casa e di solito si diceva "un bel posto dove ritornare".
C'erano locali e musica, c'erano lavoro e disperazione, c'erano curiosità e appagamento, c'erano amore e odio, affetto e solitudine, colore e fitto bianconero dei film anni '50...
c'era vita vera!
oggi...
tra le pieghe dei cantieri stradali che abbelliranno la vecchia copertina del luogo, tra il vuoto delle piazze, tra i silenzi delle persone che incontro e che non riconosco, tra le risate fuori tempo, i fastidi e l'incapacità di tenere lo sguardo su qualcosa che non sia una deficiente trasmissione mediaset di prima serata, o un rotocalco gossipparo di raiuno...
io mi sento solo.
Torno a casa.
Rialzo lo schermo.
Costato che la casella ricerca è restata silente come la mia mente.
Chiudo e mi addormento...
Non prima però di aver individuato cosa fare...
a domani!

Nighty è tornato!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sveglia lobotomici

permalink | inviato da Nightfreeqnc il 4/10/2008 alle 1:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Film!
Teatro
Corso Animatori
La mia Città
A.genzia V.iaggi M.usicali
Racconti Sconnessi
Senza Filtro
Le Città di Nighty
Coma so' Ffatte?
Frattaglie poetiche
Commedie autografe
Racconti e Frammenti
Riflessi Sabbiati
Disertori
Discoteca LibereFrequenzeNotturne
recensioni

VAI A VEDERE

Nighty su MySpace
Valtur


Google

Note Biografiche dell'essere vivente in questione...

Nighty
 nasce… come tutti!
E sarà proprio questo che gli regalerà quell’eterna espressione di stupore nel non persuadersi che un essere come lui potesse venire al mondo come gli altri esseri umani!
Passerà la prima parte della sua vita nell’abile arte di mimetizzarsi tra gli abitanti del globo terracqueo, annaspando volontariamente tra la mediocrità di studi tecnici e gli approcci poco convincenti con l’università.
Successivamente, con una spiazzante mossa del tutto uguale a quella dei migliori esemplari di homo sapiens (una raccomandazione parentale), conquista un posto in fabbrica come operaio generico.
Non contento della mimetica e insulsa vita fin lì costruitasi, identifica in un altro mestiere l’apoteosi dell’idiozia e contemporaneamente il suo posto perfetto per ingannare qualunque dubbio sulla sua provenienza o presunta intelligenzaL’Animatore Turistico!

Purtroppo l’istinto primordiale di scarabocchiare e far domande su qualunque cosa riempia della sua massa l’atmosfera di questo sconosciuto pianeta, e formulare di tanto in tanto pensieri di senso compiuto su fogli di cellulosa, ancora oggi minano la sua faticata tranquillità.
Si è recentemente prodotto in un libro di racconti e frammenti poetici (Racconti e Frammenti, Montedit 2005), scrive saltuariamente su un Blog (www.nightfreeqnc.ilcannocchiale.it) e continua a far domande e ad impiastrare albe primordiali e intensi tramonti con la sua pedissequa espressione di stupore.
Voci veritiere e confermate dai fatti che lo danno vincitore di un premio letterario col suo primo romanzo “Noiæ (jamme po’ iì!)”(poi trasformato in "Noi (...ae!)" per l'imminente edizione Serarcangeli), acuiscono l’incombenza che prima o poi venga riconosciuto, isolato e reso innocuo per la società.
Nell’attesa del lieto evento le ultime notizie pervenute lo danno eremita in un luogo ameno alle pendici di un monte del “Golfo del Lazio” alle prese col suo secondo romanzo.
Nel frattempo subisce gli effetti delle fobie da letto singolo e degli sbalzi di umore propri della sua natura.

music player
I made this music player at MyFlashFetish.com.
.



CERCA