.
Annunci online

Nightfreeqnc
libere frequenze notturne


Diario


11 ottobre 2010

Quasi per caso

Mi trovo a leggere Facebook, così come anni fa facevo giri in piazza con amici, non sempre con costrutto.
Mi trovo a scrivere su moleskine e blog vari, così come anni fa screivevo lettere ad amici e amiche(soprattutto amiche) lontane.
Mi trovo a camminare in montagna da solo così come anni fa lo facevo con un gruppo di amici appassionati.
Mi trovo a cercare lavoro come autonomo artigiano, artista, consulente e operaio, così come anni fa mi trovavo a timbrare un cartellino, o a strisciare un badge.

Mi trovo a fare cose e per quanto le faccia con passione e coraggio, abnegazione e umiltà...
Non mi trovo!
Però continuo a cercarmi, e qua e là sprazzi di futuro sono visibili, ed è per quei ritagli di orizzonte paesaggistico, che continuo a salire anche da solo e continuo a credere che la natura ha sempre ragione e allora...

Scrivo di me, parlo e lascio tracce, per quanto ne doni non saranno mai il totale di ciò che ho e mi tengo la mia parte segreta per me, faccio cose e studio e lavoro e rischio, e alla fine... spero che nel mio caso la vita non si manifesti come quella cosa che accade mentre sono impegnato a fare altro...

Ah! Amo anche... ma questa è un'altra storia!
Ciao
Nighty


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vita lavoro passioni

permalink | inviato da Nightfreeqnc il 11/10/2010 alle 10:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 luglio 2010

mi dicono

è tantissimo che non scrivo sul mio blog, è tantissimo che per tempo, per lavoro0 e inopportune rotture di balle non mi ritrovo tra queste pagine virtuali a scarabocchiar pensieri e scrivere di immagini.
è tantissimo però che incontro amici e mi dicono tutti la stessa cosa:"ma... non scrivi più sul blog? mi spiace, ti leggevo sempre..."
allora ora non vuol dire che ricominci così, d'amblè... ma mi fa piacere ricordare che effettivamente in quel periodo, grazie al costante utilizzo della scrittura e delle elucubrazioni sparpagliate tra fatti del mondo e cose intime... son riuscito a scrivere praticamente tre romanzi, una raccolta di racconti e tante e tante idee per programmi radio e televisivi e scenografie e spettacoli teatrali e...
ora lasciamo perdere il fatto che nessuno di questi ha avuto vita propria, l'importante resta creare ed esserci in questo vuoto mondo... o no?
ciao a tutti e a "Lei"

Nighty


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tutto vita

permalink | inviato da Nightfreeqnc il 18/7/2010 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 gennaio 2008

Pensavo...

Come tutte le mattine pigre e bigie di mezzo gennaio, tra un riposo lavorativo e le pulizie del mini appartamento, pensavo.
Ci sarebbe da sistemare lo sciacquone del cesso che ogni volta che scarico l’acqua, dopo bisogni pondi e nauseabondi, schizza sulle pareti, mentre ricarica il serbatoio.
Ci sarebbe da raccattare le ultime centinaia di euro per finire la pubblicazione di un probabilmente inutile e superfluo libro.
Ci sarebbe da tentare di non cadere in una mera sopravvivenza cedendo a tutte quelle infiltrazioni di umido “malvivere” che provengono da amici lontani, da televisione vuota, da giornalisti vacui e irritabili ma sempre vendibili, da politici servi di logiche sempre seminascoste, da lavori che se va bene sono fermi e statici in carriere, salari e aspirazioni, se va male durano lo spazio di una stagione…
Ci sarebbero le stagioni che non si riconoscono più se non fosse per i contratti a tempo, e i problemi ambientali che finalmente e purtroppo si sta scoprendo costano molto più dei presunti vantaggi economici che in massima parte li hanno generati.
Ci sarebbe da fermarsi a centrare l’obiettivo sulla famiglia che svanisce, su storia e memoria che svaniscono, su idee e creatività italiche che svaniscono, su noi che svaniamo…

Ma poi accendo distrattamente la tv e ascolto:
Il Papa rinuncia ad andare all’università… Beh! Oggi sì che mi sento meno scemo ad aver lasciato ingegneria!
Ma se è vero che tutti avevano il diritto di dissentire o approvare, tutti potevano avere la sensibilità di ascoltare e ribattere, ma anche il totale contrario di alzare la voce prima ancora che qualcuno ti zittisca le parole… E’ pur vero che nessuno gli ha impedito materialmente di esserci e “combattere” contro quel maleducato vociare, Lui ha deciso di arrendersi, e forse è questa la peggior lezione di uno dei più grandi cattivi maestri della nostra epoca.
Altri hanno sperato che accadesse per strumentalizzare la storia e venderla sul banco dei consensi pilotati, o per poter sopire la loro paura di confronti dialettici, la stessa che imputavano al pontefice, o per poter additare alcuni predestinati colpevoli della caduta di gusto.
Insomma PapaRazzo ogni volta che apre bocca crea incidenti diplomatici, frena l’umanità riportandola a Savonarola, porta avanti la sua strana campagna di riduzione della popolazione cattolica nel mondo annullando il lavoro di Woytila, come già negli ultimi stanchi e ammalati anni di pontificato del polacco aveva anticipato scrivendo di suo pugno le ultime parole farneticanti poi firmate Woytila…
Poi quando gli si prospetta un faccia a faccia (previsto o meno) con parti contrarie alle sue indicazioni (quasi tutte limitanti il libero e laico arbitrio personale)… Fugge!!!
E tutti quei “sciarpati”, “rastati”, “maglionati” ragazzi intellettuali e “illuminati”, urlanti che spesso si agitano contro i mega complotti che deviano il corso degli eventi, il futuro mondiale e gli equilibri economico-politici dei nostri paesi, proprio quelli che alzano voce e barricate contro censure e corruzione dell’informazione, CENSURANO!!!
E i professori
, deboli e svuotati di concetti e obiettivi, censurano!!!
I politici che non hanno più da tempo idee e progetti si aggrappano al fatto per riempire pagine altrimenti vuote e insignificantemente pericolose di note politiche!!!
Ma non basta, stamattina…

La moglie di Mastella viene arrestata per concussione presunta e tutti sono solidali con il guardasigilli dimissionario, per paura che cada il governo, per paura che si vada avanti e si smantelli anche questa sporca e improduttiva seconda repubblica.

Vien voglia di lasciarla st’Italia spenta e morta, piena di gente che crede di star bene se acquista un cellulare, che crede che un figlio è bravo perché si lava i denti e si veste da figo, che cede a meri mercanteggi di inesistenti posti di lavoro e poi piange al licenziamento per ristrutturazione o per fallimento.
Questa Italia ove i giovani sono di belle speranze fino a 45 anni, salvo accorgersi che nel frattempo hanno prolungato la loro adolescenza, che son passati dalle canne alla cocaina,con le carezze cieche di genitori e istituzioni, bruciando di fatto generazioni di futuri dirigenti.

Questa Italia ove i vecchi sono un peso, sono resi muti, non raccontano più a nipoti il sapore delle cose e nipoti che non hanno voglia di scoprire il sapore delle cose e inseguono sesso e giochi da adulti perché convinti sia l’unica cosa esistente al mondo oltre un lavoro futuro che gli possa permettere di prolungare il loro tecnologico limbo all’eternità!

Allora fermo i pensieri.
Spengo la tv.
Accendo il vecchio stereo con il giradischi, metto su Charlie Parker in un live ripreso in un locale della 52° tra bicchieri che tintinnano e voci che si inseguono, socchiudo gli occhi e immagino tempi in cui la vita era un po’ più rumorosa e sporca forse, un po’ più fredda e difficile, ma…
La vita era vita, la musica era musica, il giusto e sbagliato erano risultati di lotte più aperte e leali, anche nell’illegalità. Il lavoro nobilitava l’uomo e l’uomo lavorava per vivere, anche se stava in fabbrica 12 ore, le maestre insegnavano, i nonni raccontavano e i bambini giocavano… I giovani poi… lottavano, scoprivano di crescere e di poter costruire un miglior passato per il loro luminoso futuro!
Ciao
Nighty


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Papa Ratzinger Mastella Vita

permalink | inviato da Nightfreeqnc il 16/1/2008 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 novembre 2007

Idee e realtà



E... Noi siamo anche Gabriele Sandri e tutto il frastuono intorno al suo dignitoso silenzio

sfoglia     luglio        febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Film!
Teatro
Corso Animatori
La mia Città
A.genzia V.iaggi M.usicali
Racconti Sconnessi
Senza Filtro
Le Città di Nighty
Coma so' Ffatte?
Frattaglie poetiche
Commedie autografe
Racconti e Frammenti
Riflessi Sabbiati
Disertori
Discoteca LibereFrequenzeNotturne
recensioni

VAI A VEDERE

Nighty su MySpace
Valtur


Google

Note Biografiche dell'essere vivente in questione...

Nighty
 nasce… come tutti!
E sarà proprio questo che gli regalerà quell’eterna espressione di stupore nel non persuadersi che un essere come lui potesse venire al mondo come gli altri esseri umani!
Passerà la prima parte della sua vita nell’abile arte di mimetizzarsi tra gli abitanti del globo terracqueo, annaspando volontariamente tra la mediocrità di studi tecnici e gli approcci poco convincenti con l’università.
Successivamente, con una spiazzante mossa del tutto uguale a quella dei migliori esemplari di homo sapiens (una raccomandazione parentale), conquista un posto in fabbrica come operaio generico.
Non contento della mimetica e insulsa vita fin lì costruitasi, identifica in un altro mestiere l’apoteosi dell’idiozia e contemporaneamente il suo posto perfetto per ingannare qualunque dubbio sulla sua provenienza o presunta intelligenzaL’Animatore Turistico!

Purtroppo l’istinto primordiale di scarabocchiare e far domande su qualunque cosa riempia della sua massa l’atmosfera di questo sconosciuto pianeta, e formulare di tanto in tanto pensieri di senso compiuto su fogli di cellulosa, ancora oggi minano la sua faticata tranquillità.
Si è recentemente prodotto in un libro di racconti e frammenti poetici (Racconti e Frammenti, Montedit 2005), scrive saltuariamente su un Blog (www.nightfreeqnc.ilcannocchiale.it) e continua a far domande e ad impiastrare albe primordiali e intensi tramonti con la sua pedissequa espressione di stupore.
Voci veritiere e confermate dai fatti che lo danno vincitore di un premio letterario col suo primo romanzo “Noiæ (jamme po’ iì!)”(poi trasformato in "Noi (...ae!)" per l'imminente edizione Serarcangeli), acuiscono l’incombenza che prima o poi venga riconosciuto, isolato e reso innocuo per la società.
Nell’attesa del lieto evento le ultime notizie pervenute lo danno eremita in un luogo ameno alle pendici di un monte del “Golfo del Lazio” alle prese col suo secondo romanzo.
Nel frattempo subisce gli effetti delle fobie da letto singolo e degli sbalzi di umore propri della sua natura.

music player
I made this music player at MyFlashFetish.com.
.



CERCA