.
Annunci online

Nightfreeqnc
libere frequenze notturne


Diario


1 febbraio 2005

Le città di Nighty: Napoli!

La Napoli che ho sempre avuto artigliata alle rughe di esprssione della mia testa, rifletteva fedelmente le armonie, le melodie e i testi sinceri e poetici del vecchio Pino Daniele...(Ora è una star! Mal consigliata da agenti e mercanti, risulta introvabile e irragiungibile anche via internet: il suo sito ufficiale è una pagina ferma al suo tour... i suoi dischi sono in caduta libera per stile e ispirazione, sig!)
In quelle vecchie, ma mai vecchie, canzoni sentivo gli spigoli dei vicoli, l'odore dei panni stesi, il suono delle grida... Il rumore del mare.
Le voci dei Napoletani non compresi nelle tristi cronache nere di giornali e tivvù erano solo nelle canzoni di Pino, nei cari vecchi long plaing anni '80... Cammina Cammina, Alleria, Terra Mia, Napul'è...
La Napoli che mi si presentava davanti agli occhi di bambino, era quella rappresentata da ingordi, onnipresenti, poco eco-educati, inarrestabili vacanzieri nel Parco Nazionale D'Abruzzo... Ma non mi sono mai fidato di quell'immagine... Preferivo quella sussurata da Pino!
Poi... un giorno un amico mi portò a Mergellina... Poi in un giro vorticoso di sensi unici e semafori rossi: li compresi il vero significato di nonsense e demenziale... E fui dentro la città: Castel dell'Ovo, Piazza Plebiscito... e la Gente!
Quella vera però! Quella che si sente tutta figlia e devota a De Filippo e al glorioso teatro Napoletano... che il teatro te lo fa anche solo per ordinare una pizza!
E la pizza! Quella che a chiunque chiedi a Napoli ti dice: "No! Non è qui che la fanno bene... ti ci porto io!"...
Che se sommi quanti ti dicono sta cosa allora... E' proprio qui che la fanno buona!
Quella che solo quando scalpita per l'asfalto di Napoli... Quando inciampa di proverbi, esclamazioni colorite e affabili saluti è di Napoli... fuori di qui diventa un'icona universale... come la Nike!
Quella fantastica, irripetibile... inarrivabile e a volte inevitabile...

...
Ggente 'e Napule
Che s'aggrovija i capille co'e pparole dej'atri
Che ffa soie i pianti e i tonfi dei vicoli
Allucca e scappa areto alle sirene
Chiede sempe 'na cosa nova, 'na cosa in più
Chella gente co 'na mano ancora 'nfilata dint'a terra
L'atra sempe 'n tasca
Che va truvanne "carte e cartuscelle" 'ddo sta scritto che tu si overo!
Chella che prima t'arruba o portafoglio, distrattamente...
E ppo' te dona o' Core!
... e 'na vita intera!
A' ggente e' Napule.
 
(non me ne vogliate... è un omaggio umile... un rispettoso cumulo di parole mutuate dai testi delle canzoni e dal mio dialetto tanto simile... Ciao Napoli)

Napoli da vedere
...E da Rivedere
Napoli a Teatro
Puntate precedenti
Cia' Nighty
<




permalink | inviato da il 1/2/2005 alle 18:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 248192 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Film!
Teatro
Corso Animatori
La mia Città
A.genzia V.iaggi M.usicali
Racconti Sconnessi
Senza Filtro
Le Città di Nighty
Coma so' Ffatte?
Frattaglie poetiche
Commedie autografe
Racconti e Frammenti
Riflessi Sabbiati
Disertori
Discoteca LibereFrequenzeNotturne
recensioni

VAI A VEDERE

Nighty su MySpace
Valtur


Google

Note Biografiche dell'essere vivente in questione...

Nighty
 nasce… come tutti!
E sarà proprio questo che gli regalerà quell’eterna espressione di stupore nel non persuadersi che un essere come lui potesse venire al mondo come gli altri esseri umani!
Passerà la prima parte della sua vita nell’abile arte di mimetizzarsi tra gli abitanti del globo terracqueo, annaspando volontariamente tra la mediocrità di studi tecnici e gli approcci poco convincenti con l’università.
Successivamente, con una spiazzante mossa del tutto uguale a quella dei migliori esemplari di homo sapiens (una raccomandazione parentale), conquista un posto in fabbrica come operaio generico.
Non contento della mimetica e insulsa vita fin lì costruitasi, identifica in un altro mestiere l’apoteosi dell’idiozia e contemporaneamente il suo posto perfetto per ingannare qualunque dubbio sulla sua provenienza o presunta intelligenzaL’Animatore Turistico!

Purtroppo l’istinto primordiale di scarabocchiare e far domande su qualunque cosa riempia della sua massa l’atmosfera di questo sconosciuto pianeta, e formulare di tanto in tanto pensieri di senso compiuto su fogli di cellulosa, ancora oggi minano la sua faticata tranquillità.
Si è recentemente prodotto in un libro di racconti e frammenti poetici (Racconti e Frammenti, Montedit 2005), scrive saltuariamente su un Blog (www.nightfreeqnc.ilcannocchiale.it) e continua a far domande e ad impiastrare albe primordiali e intensi tramonti con la sua pedissequa espressione di stupore.
Voci veritiere e confermate dai fatti che lo danno vincitore di un premio letterario col suo primo romanzo “Noiæ (jamme po’ iì!)”(poi trasformato in "Noi (...ae!)" per l'imminente edizione Serarcangeli), acuiscono l’incombenza che prima o poi venga riconosciuto, isolato e reso innocuo per la società.
Nell’attesa del lieto evento le ultime notizie pervenute lo danno eremita in un luogo ameno alle pendici di un monte del “Golfo del Lazio” alle prese col suo secondo romanzo.
Nel frattempo subisce gli effetti delle fobie da letto singolo e degli sbalzi di umore propri della sua natura.

music player
I made this music player at MyFlashFetish.com.
.



CERCA