.
Annunci online

Nightfreeqnc
libere frequenze notturne


Diario


31 gennaio 2005

Coito Interruptus N°2: Alessia!

Nighty prima di allacciare una qualunque trama affettiva... tiene molto in considerazione la possibilità di sottolineare quanto lui, oltre l'estetica, ami le cose profonde: il disordine dei pensieri segreti nascosti da un bel volto... Le sfumature e le abrasioni che modellano un corpo sensuale...
Per dirla semplice, come fa lui:
- Di un'auto non ricordo quasi mai il colore, ma le cose sparse sul cruscotto, l'odore dei sedili, la musica dell'autoradio... la ragazza che siede a fianco!...
... ...
La neve che ricopre, abbondante e morbida, le pieghe taglienti dei monti e le curvilinee pendici collinari: soffice, vaporosa e candida; da sensazioni di calore visivo, di accogliente abbraccio agli svaghi fanciulleschi che ispira, ai suoni ovattati e rilassanti che genera camminandola... La pelle del "Suo" volto.
Notte di voci e immagini scelte tra i sogni migliori per abitarla. Nera e profonda, densa di sospiri e desideri, di tinte intense senza una sfumatura, un cedimento... Solo quel riflesso, stella del Nord, orizzonte di dispersi naviganti dell'anima, al centro dei loro occhi, quando ti guardano... I "Suoi" occhi scuri.
Leggera come un alito di vento estivo... caldo e appagante nella sensazione di averti sfiorato e donato un po' di quella grazia che in punta di piedi dona senza perizia, allo struscio quotidiano... Quando cammina e... "L'altrui saluta..."
Alessia è bella! E' minuta in un corpo delicato e ingentilito da danza e ginnastica, da una fierezza e una distanza che gela e affascina.
"Lui" l'ha notata da quando era una piccola ragazzina timida e solitaria, iperattiva e poco considerata dai ragazzi, tra le stangone dotate di ben altra enfasi fisica!...
Ora gli appare in tutta la sua completezza di giovane donna... ed è lì!
Nighty vive incastrato abilmente dalla sua fervida mente creative tra lavoro... hobby, musica, amici, viaggi e vacanze caciarone... Immagina oramai la sua figura come una imperdibile pietra preziosa incastonata nella corona dei Single della zona... Si ritiene suficientemente in grado di approcciarla ed interessarla ora, se non fosse per quella sua genetica incapacità di intrattenere un discorso interessante con una sconosciuta... soprattutto se lo attrae anima e corpo!
Ma Francesca la conosce! Frequenta la stessa comitiva; peraltro tutta di ragazze e quindi molto piacevole da avvicinare...
Poi Francesca è da poco la ragazza del suo migliore amico.
- France', ma che ne pensi se un giorno usciamo insieme noi e voi?
- Perchè no!? Ora vedo... una pizza... o dopo cena?
- Ah! Una cenetta non sarebbe male! Poi potremmo comunque andare in disco... dove vogliamo...
... ...
E che ci vuole!? Dopo pochi giorni ecco le due comitive amabilmente abbracciate agli stessi dialoghi e gli stessi spigoli di piazza! Si frequentano! Parlano! Escono spesso insieme, ragazzi e ragazze... Condividono un pugno di feste, qualche cena e...
- Hai fatto colpo!- Francesca si avvicina a Nighty euforica! - La mia amichetta mi ha chiesto di te!
- No! Non posso crederci! E ora che si fa?
- Guarda, stanno per arrivare, ti accorgerai immediatamente di lei... non fa altro che parlare di te... Ti avvicini e poi passeggiando fa un po' quel che ti pare... Noi faremo gli "gnorri!"
... ...
Un eccitante trio femminile si avvicina al gruppo di ragazzi.
Gli sguardi, vaghi della lontananza in lentae costante estinzione, assumono la forma dei loro volti... le voci dei loro nomi!
Ma... Nighty non trova il suo volto negli occhi di Alessia! Non si arrende: "Sarà un po' distratta... ora termina di salutare tutti e poi... Sarà tutta per me! Si! Si! E' così...". Si distrae a costruir le parole più belle del suo vocabolario amoroso, per l'imminente incontro.
- Ciao Nighty... Come stai?
Alle sue spalle una tenera vocina interrompe la solitaria elucubrazione... Non si desta subito però.
Allora una leggera carezza tra i capelli e di nuovo la voce "flautata"... di Bis!
- ... E' un po' che non ci si incontrava! Sapessi quante volte abbiamo pensato con Francesca di ripetere quella famosa cena...
Nighty si volta raggiante, col volto di un attore Hollywoodiano che conosce bene la fine della scena! Una postura che "Clark Gable je fa' 'na p..."
La puntina graffia il vinile della colonna sonora!
- Jessica?! (e Alessia?)... Ciao! Si? Davvero... Ehm! Mi fa piacere...(si, ma Alessia dov'è?)
Cerca Francesca per farsi aiutare a distogliere quel piacevole ma inopportuno "intoppo".
La scorge mescolata fra lo "struscio" che si allontana, tutta occhiolini e ammiccamenti del tipo: "Hai visto?... Avrai modo di ringraziarmi!"... Col resto del gruppo... Con Alessia!
Forse non le ho spiegato bene chi mi interessasse? O mio Dio! No! sono stato chiaro l'altra sera... E ora?
... ...
Due ore dentro l'auto di Jessica...
Da solo!
A chiaccherare che ogni vocabolo che fuoriusciva, scavalcando seppur a stento denti e labbra, procurava un fremito nella ragazza... e un brivido freddo nel ragazzo!
... ...
Aveva una Panda Rossa!

Nighty (sob)




permalink | inviato da il 31/1/2005 alle 22:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


31 gennaio 2005

Coito Interruptus N°1

Una delle cose che più ti da fastidio è quando i tuoi interlocutori non prendono sul serio rivelazioni personali, che pur se in modo scherzoso e sdrammatizzato, ti son costate fatica e profonde, intime riflessioni per tirarle fuori...
Ammettilo!...
Siete tra amici. Tutti più o meno interloquiscono su esperienze personali, interpersonali, intime... (tutto questo prima di dividersi geneticamente tra sport e borsette) D'un tratto tocca a te: parli un po', dapprima imbarazzato/a poi prendi fiducia, alleggerisci concetti con qualche riuscita battuta, concludi l'arduo equilibrismo emozionale... E loro:
- Ah! Ma dai! Tu esageri sempre... non ci pensare... E' che sei troppo sensibile! Figuriamoci se fosse tutto vero... Ma dai!
... ...
Avezzano: H 01.00; esterno notte
                Estate: piazza centrale
                Due ragazzi appoggiati ad un'auto parcheggiata.

- Lo hai già detto... "Ma dai!..." Comunque è vero! Un po' esagerato dal mio modo di raccontare, ma è vero! Perchè non mi lasci almeno il beneficio del dubbio?
- Ma perchè sei tu a crearti film mentali sulle donne e sulla tua presunta "trasparenza". Credi in te stesso, buttati di più e vedrai...
- Cosa stai dicendo? Ma con chi mi butto?!? Se ogni volta che mi piace una ragazza, lei non mi rivolge nemmeno una parola...
- Perchè tu le intimidisci!
E lì di solito scatta il "Vffnclo": Ma come Lui, il più timido essere vivente di sesso maschile presente a cavallo tra il ventesimo e il ventunesimo secolo, compresi invertrebrati e molluschi, avrebbe la capacità di intimidire le voraci e aggressive donne del 2000!?!
- ... Ma "Vffnclo"!- E due!... - Intimidisco eh?! Come l'ultima volta...
... ...
Celano (ridente paesino arroccato ai piedi di una suggestiva serra alle pendici del Sirente)
              H 18.30; Esterno giorno.
              Estate: passeggiata dietro il Castello Medievale
              Gruppo di ragazzi, tra i quali "Lui" (Nighty)
              Gruppo di giovani autoctone, di bell'aspetto e aggraziate nei movimenti.

- Ehi! Ragazzi, avete visto quelle lì?
- Si! Avviciniamoci e vediamo cosa dicono, dai!
Robert e Lollo sono decisi ad abbordare il gruppo, gli altri più distrattamente seguono. Nighty rimbalza distratto tra il fitto incrociare di sguardi che si accende in quei pochi metri di selciato e porfido che li separa.
"Ciao... Come vi chiamate... Eddidovesiete?... ecc. ecc."
segue una mezz'ora di noiosissimo e poco originale colloquio di approccio tra ragazzi e ragazze...
la novità è che tutti gli amici guardano Nighty con una certa invidia...
"Perchè?". Pensa: "Che cosa ho fatto? Sto qui in silenzio, non rompo a nessuno e meno che mai alle trame di conquista di Robert e Lollo... Che cosa avranno da guardare?"
Finisce l'idillio artificiale, con un vago appuntamento al giorno dopo: stesso luogo, stessa ora!
I ragazzi sono raggianti.
Non si hanno riferimenti e testimonianze certe ed attendibili sull'umore o le espressioni del gruppo di ragazze, percui sorvoliamo.
- Allora? Avete notato tutti, no?
- Si! Si! E come non avremmo potuto...- E continuano a fissare Nighty
- Ma cosa avete?
- Ma come!? Lara, la più carina...
- L'unica!- Sentenzia Robert.
- Vabe'... non esageriamo! La più carina... ti ha squadrato per tutto il tempo.
- A me? Voi siete miopi oltre che un po' stronzi!
- Ecco! Ora ricomincia: "Ammenonmiguardanessuna! Io non esisto! Io non piaccio! Io sono troppo strano e silenzioso..."
- E' vero!- Marco, silenzioso più di Lui per tutto il tempo, carica oltremodo la situazione: L'ho notata anch'io: ti guardave e sorrideva in modo inequivocabile! Anzi, penso che stavolta, il restare in disparte abbia avuto un grande effetto!
- Vero! Domani torniamo... Solo per te!
- Giusto Lo'... tanto è evidente: diamo un appuntamento a tutte, usciamo una sera e poi tocca a te e...
- Lara!- Tutti in coro, beffardi e caciaroni, prendendolo a pacche sulle spalle... Che lui quasi, quasi, se ne convince! Anzi: è convinto ora! E non vede l'ora! Lei è davvero bella e...
... ...
Celano: H 18.30; Esterno giorno 2.
                Estate: passeggiata dietro il Castello Medievale
                Gruppo di ragazzi, tra i quali "Lui" (Nighty)
                Gruppo di giovani ragazze, di bell'aspetto e aggraziate nei movimenti... e Lara!

Si avvicinano decisi i due schieramenti.
Le formazioni sembrano disporsi a zona.
Sguardi di sfida e di aggressività emotiva ed estetica si scontrano tra occhiolini, smorfie di saluto e battute di decontrazione.
Segue un bombardamento di: "Ciao! Come stai? Sai è un po' che vi aspettavamo! Ma no, mica siamo in ritardo?... Ecc. ecc."
Poi "Lei", Lara, sembra fermare il tempo! Dopo aver salutato quasi tutti i bramosi e abbindolati maschi del gruppo, si volta verso Nighty con una dolce ed accogliente espressione dei suoi occhi scuri. Lo fissa un po'... Tutti si fermano come in un rallenty nell'azione più importante e decisiva della partita...poi la sua voce chiara, evidente, morbidissima, inequivocabile:
- Senti... Ma...
"E' un po' intimidita" Pensa, condizionato dalle parole degli amici, e allora la esorta a continuare, con un intenso, riflettuto, efficace, affascinante ed affabile:
- Dimmi pure...
E Lei, per nulla sconvolta da tanta accondiscendenza e sensualità:
- ... Ma tu... non c'eri ieri, vero?
... ...
"MaAnnateAffanculovà!" Pensa basito!

Nighty (sob)




permalink | inviato da il 31/1/2005 alle 0:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa


28 gennaio 2005

Appre'...

Amici... sarò in montagna 'sto fine settimana!
... Perchè non pensate di farci un salto?
Prati di Tivo non è lontano da molti di voi e non vi obbligo a riconoscermi e a salutarmi!
Comunque, vado per lavoro e per relax...
Soprattutto per lavoro: da questo week-end dipende il futuro professionale di questo scemo che scrive.
Vi lascio i miei migliori auguri per un buon fine mese, i link delle mie ultime follie e...
Fatevi leggere al mio ritorno...

La mia "Ragazza" (qui sotto)
Inverno 2056: futuracconto da brrrividi!
Riflessi Sabbiati: il cammino di Nighty verso "Racconti... e Frammenti"
A.genzia V.iaggi M.usicali: la musica...
Le città di Nighty
Proverbi e detti miei e... Vostri!... Anche qui!
A Lunedi
Nighty




permalink | inviato da il 28/1/2005 alle 15:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


27 gennaio 2005

La mia dolce "metà"!...

Spesso mi ritraggo e penso, ripiegato su me stesso... E mi domando:
Cosa vede la gente quando mi incontra?
Cosa percepisce dei miei messaggi?
Parole, gesti... Azioni e pensieri sembrano vani... Non stanze!... Vani! Vacui! Inutili!
Ecco: vedi? N
on mi capiscono... ma c'è qualcosa da capire o sono davvero un semplice normale essere umano con la fobia di apparire strano?...
Eppoi le ragazze... Le donne! Lo so, lo so! Sbandiero in modo più o meno scherzoso la mia solitudine, la mia incapacità a conquistare chiunque mi piaccia un po'... La sfortuna atavica, quando conosco ragazze nuove, nell' affezionarmi sempre all'unica tra tutte quelle conociute, che in quello stesso momento sta pensando:" Madonna che cesso inutile e banale è 'sto cristiano!"
E poi mi ritrovo a farne battute per miei ospiti increduli nei villaggi, per gli amici e le amiche che dividono spensierate serate nei locali... E tutti, nessuno escluso, si convincono che io, tra le risa e gli sberleffi, stia soffrendo di una solitudine rara e di un'astinenza sessuale mai vista prima in tutta la storia millenaria del genere umano...
... ...
Mi dispiace smentirvi!
Lo immagino: ora sarete tutti a bocca aperta a pensare che vi abbia preso in giro tutto sto tempo con le inconcludenti avances a distanti blogger carine, a infingarde amiche ammiccanti...
Ma anch'io ho qualcuno che mi aspetta quando torno a casa!
Vedete, io apro la porta e la guardo: bellissima, luminosa... splendida!
La prendo tra le mie mani, la accarezzo...
Lei gioca e cede... Poi si apre alle mie attenzioni...
Si da tutta per me!
E... Io... La riempio!... Di mille attenzioni, di cure.
Poi la stringo forte! La scaldo... di più... Sempre di più!
La ascolto rispondere ai miei stimoli.
Eccitarsi, rispondere alle mie carezze e...
Infine odo la sua voce!
Prima debolmente dolce... poi più forte!...
Poi quasi grida, lasciva e arresa!... Assordante e passionale!
E... Finalmente viene!... Viene!!!... VIENEEEH!!!...
... ...
Viene fuori il caffè!...
Ah! La mia Bialetti!

















Nighty (sob)




permalink | inviato da il 27/1/2005 alle 21:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa


26 gennaio 2005

The "White-Dangerous"...

Sballottato, schiaffeggiato in pubblico come si conviene oramai da anni agli attentatori della "Pubblica Serenità"! Scaraventato nel Rastrellatore con le manette strette ai polsi. La testa non si abbassa però e mantiene un'espressione sorpresa e stupita di tanto accanimento, anche dopo i ripetuti colpi gratuiti e approvati da strani "olee" della gente intorno.
Quella gente, muta per il resto del tempo, aveva accompagnato la giornata con passi lenti e... sereni, quasi inesistenti, impalpabili... ma sereni e inattaccabili da qualunque cosa...
L'espressione assente, normalmente dedita a normali faccende di casa, di strada, di lavoro delle persone intorno a lui... lo aveva immediatamente colpito, da quando si era risvegliato...
Ma oggi! Oggi avrebbe scommesso qualunque cifra con chiunque che avrebbe visto qualcuno far qualcosa che solo in giorni come questo si può fare... E invece avrebbe perso la scommessa... Cazzo se l'ha persa!
Ora è dentro 'sto cavolo di Cellulare magnetico che è programmato per scaricarlo in commissariato. In commissariato, si sa, non sono gentili con gli "A. P. S."... E' arrivato!
Lungo corridoio buio: cangia le luci a seconda del reato che si tratterà nell'interrogatorio! Sono grigio-ocra! basse e tremolanti! Metalliche e fredde! Una porta!
Le due guardie digitano un codice: un soffio immediato e la barriera si apre.
- Cosa abbiamo qui?
- Capo, un A. P. S. evidente e reiterato!
- Cooosa!?! Fatelo sedere... Dolcemente!
Non fa in tempo a preoccuparsi per l'avverbio aggiunto con tanta certosina cura nell'eloquio...
Un colpo di manganello nell'addome, uno sulla schiena istintivamente ricurva, poi il pavimento freddo sullo zigomo e la spalla destra! Due braccia lo risollevano a forza, lo raddrizzano contro i voleri dei suoi muscoli contusi, acuiscono il dolore e si ritrova sbattuto su una sedia di fronte ad un comandante di distretto di polizia.
- Cosa ha fatto, nello specifico?
-
Ha dapprima disturbato la quiete pubblica con grida inconsulte e incomprensibili, ha spinto gli amici che lo accompagnavano ad allontanarsi da lui e successivamente a chiamarci all'intervento...
- Tutto qui?
- Veramente no...
- Lo Sapevo!- Il Capo sembra alterarsi oltremodo:- Vi ho ripetuto mille volte che certi comportamenti portano sempre ad azioni ben più gravi! Dovete intervenire in maniera preventiva!!! Chi aveva il comando?
- Io signore.. -(anzi: Signore! Lo pronunciò indubbiamente con la maiuscola!) L'altro poliziotto risponde pronto.
- Bene poi rimmarrai a rapporto per un aggiornamento operativo! Continua!- All'altro...
- Successivamente il Fermato ha attentato più volte alla sicurezza serena dei passanti e dei suoi amici, ha tentato di coinvolgerli in atti violenti ed inappropriati, stimolando energicamente tutti all'immediato uso del "White-Dangerous" per scopi futili e pericolosi per la salute e per l'icolumità della P. S.
- Ho compreso.. Altro da aggiungere?...
Lui, in tutto questo aveva assunto un'espressione se possibile ancor più curiosa e dubbiosa... Tentò di dire una cosa, piccola, sottovoce...
- Ma l'interrogatorio non dovreste farlo a me? Io ancora non ho potuto spiegare che...
Non si finisce mai di imparare... E anche in quel buio momento della sua triste esistenza Andy aggiunse un nuovo sapore alla sua collezione... Quello di un manganello sporco sui denti! Poi del sangue che si mescola al dolore, sul dolore... l'intorpidimento della mente stanca, gli occhi stretti, il grido sordo... Di nuovo piegato in due sceglie il silenzio...
- La sentenza è fatta! 25 anni di reclusione! L'aggravante della tentata ribellione nel centro di polizia commuta tutto alla pena di morte e al pubblico denigramento delle sue azioni per monito e perenne insegnamento! Che sia cancellato dall'anagrafe! Rendere immediatamente esecutivo e trasmettere gli atti!
Andy tenta di parlare, ma sembra ora che niente li faccia più reagire, neanche con cazzotti e urla! Il dolore alla bocca, al corpo lo intontisce... Piange!... Piange e si lascia cadere, sorretto dalle guardie! Piange disperato per una vita così breve e spezzata da cause che non riesce a comprendere... un'ultimo colpo di ironia, di vita:
- Scusathe...- Con la voce e le consonanti rotte dal pianto e dai denti sanguinanti:- Vovvei sapevhe se... piangeve... vvisultha un' aggvavante ulteviove... Mmh! MMH!... Ah! Ah!...
... ...
Dopo poche ore Andy è giustiziato!
... ...
Si ode una voce suprema e confortante che annuncia il fatto alla cittadinanza
... ...
Immagini e parole descrivono quale pericolo abbiano corso quella mattina, per colpa di un pazzo prematuramente liberato dal centro lunghi degenti... ... Per colpa... della Neve! Il "White-Dangerous"
... ...
Anno 2056!
Gli esseri umani, sconfitta la dipendenza dal petrolio, hanno appianato e risolto problemi di comunicazione, etici e religiosi.
Hanno costruito un ordine societario globale uniforme basato sulla serenità e la regolarità.
Hanno individuato e sconfitto tutti i possibili nemici dell'Ordine: Guerra, Terrorismo, Malattie e Fame, Disequilibri economici...
Soltanto l'ultimo dei nemici, vicino alla capitolazione, secondo la stampa ufficiale, ogni tanto alza la testa e colpisce.
L'uomo è riuscito negli anni a cambiare il corso alle maree, modificare pressione atmosferica e dirigere le pioggie e i venti...
Ma ogni tanto ancora la terra tenta di ribellarsi... E... Stamattina è
Nevicato!
Il Panico è stato comunque controllato con facilità!
Non più di cinque centimentri son riusciti a posare le loro grinfie sui giardini sempreverdi e le strade lastricate di nuovo! Immediatamente tutto pulito! Scarsi gli effetti sulla pubblica deambulazione e serenità...
Andy era in ospedale! Le cure lo avevano risvegliato da un coma decennale da dieci giorni oramai e, superati accertamenti ed analisi di controllo... I figli dei suoi amici di un tempo sono andati a prenderlo per portarlo a casa... Dato che i sentimenti sono diventati ereditari e tramandabili.
Lui è uscito sorridente come un bambino privilegiato che prova la nascita per due volte, la voglia di scoprire e giocare due volte... poi la Neve!... Uno scherzo tra amici... una palla di neve sul cappotto di un passante e le sue risa che si trasformano in quella espressione dubbiosa e curiosa davanti al terrore della gente, alla reazione drammatica degli amici e alla paura dipinta sui loro volti...
Poi il suono di una sirena, l'arresto e...
Sballottato, schiaffeggiato in pubblico...


















Avezzano 1956... Tutti i miei parenti che vissero quella fantastica ed irripetuta nevicata me ne hanno sempre parlato con gioia, sorpresa e gioco... come bambini davanti ad una sorpresa bellissima.
Oggi la metereologia è il nemico! Il freddo d'inverno ci stupisce, ci intontisce e ci incupisce e il caldo d'estate ci arrabbia, ci annoia, ci desertifica...
Abbiamo dimenticato qualcosa?

Recensione "Sesso & Bugie" Al Teatro Vittoria in Roma
A presto
Nighty




permalink | inviato da il 26/1/2005 alle 20:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


25 gennaio 2005

Ma chi li guida i Carriarmati?

Nick ascolta le sue cuffiette gridargli nelle orecchie un pugno crossover-Rock anni '90!
E' normale oramai per tutti i suoi colleghi; vietato, ma normale.
- E che cavolo! Quando arriviamo in postazione le tolgo... Ma se dovessi morire tra cinque minuti..me ne vado con una colonna sonora degna... Stone Temple Pilots!
Gli altri sorridono, manovrano e... Si toccano!
... ...
- In posizione! Configurazione di difesa... Attivare procedure di contrasto e definizione! Operativi!
- Ecco! Via le cuffie... Su l'elmetto e... Pronto!
... ...
Il rumore della terra rinsecchita dal perenne caldo, ondulante agli occhi, opprimente sulla pelle... Frantumata dal peso di eventi funesti e da cingoli in frenata!
La linea si compone e attende ordini esecutivi e letali... e il disciogliersi della nuvola di polvere e gas di scarico.
Vento asciutto di parole e pensieri.
Sibilante tappeto di freddi cigolìi metallici e scoppiettanti eliche che adombrano il cielo.
Si ammassano forze, che sembra un gioco di ruolo.
Si avvicinano... Si minacciano... Equilibri delicati e sospesi sopra questa incombente Apocalisse.
Si ode un "Via"?
C'è un momento preciso in cui tutto ha inizio... e fine... Nello stesso momento?
La prima esplosione!
Fischia, ferisce l'aria, fende la polvere... Colpisce!
... ...
- Ehi! Ruota 100° a destra!... Pronti!...
- Comandante una carica cava puntata su di noi!!!
- Dove? Dammi la posizione! Muoviamoci! In fretta!
... ...
- Togli pure la giacca capo... Fra poco farà molto caldo!
... Buio!...
E guarda il fumo ora! E annusalo: se ci riesci dimmi di cosa sa...
Guarda il claustrofobico silenzio dopo il boato, se ci riesci: dimmi che forma ha...
Guarda frammenti di invincibili lamiere contorte tra le fila del fronte... e dimmi che posizione occupano!
La distesa di sabbia silente, assente, dissente da quella assassina volontà...
L'orizzonte è spezzato da sagome nere in controluce.
Fragore e fiamme schiaffeggiano impunemente la calma naturale del deserto...
... ...
Poi sfuma in un innaturale ed improvviso "nero": numeri in sequenza velocissima... neve... un taglio e... Bianco luminoso!
- Ok! Stop!... Buona la prima! Dov'è Katy? Cercatemi la mia aiuto regista, grazie!
- E' in post produzione a visionare il girato di ieri prima del montaggio...
- Va bene, chiamala: rifacciamo tutto il piano riprese per domani...
... ...
Domani nuove azioni, nuovi campi di battaglia, nuovi giochi, tentativi e prove, prima di un risultato soddisfacente...
Con due comparse in meno nel cast!
Una sola domanda:
"Ma chi li guida i Carriarmati?"
... ...
4 all Souls missing in War!

Nighty

Ah! Stasera sono al Teatro Vittoria a Roma a vedere "Sesso & Bugie" di Woody Allen...
Compagnia stabile del teatro: son bravi e costa come un Cinema... ma è teatro!




permalink | inviato da il 25/1/2005 alle 18:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


24 gennaio 2005

L'Italia che parla

Tempo fa, quando facevo cabaret semi-professionistico nella mia zona, scrissi, insieme ai miei amici-collaboratori dell'epoca, uno Sketch intitolato così:

"L'Italia che parla"

... ...Entra da destra sul palco il presentatore: Giacca scura, cartellina, parlata spigliata e scevra di cadenze particolari.
P- Buonasera! Buonasera a tutti! Benvenuti al nostro consueto appuntamento dedicato alle tradizioni, alla nostra terra... alla nostra lingua.
Questa sera, mentre parlavamo e studiavamo la scaletta del nostro intervento, pensavamo a cosa si conosce del nostro dialetto nel resto della nazione... Soprattutto perchè il Napoletano, il Siciliano, il Milanese e i Romano, ad esempio, sono diventati, oltre che dialetti, anche dei modi gergali per caratterizzare una regione, un personaggio teatrale o cabarettistico, e invece l'Abruzzese no!?... E il Marsicano?!? Abbiamo avuto un'idea: abbiamo invitato due rappresentanti dell'Italia conosciuta, un Milanese...
... ...Entra un ragazzo ben vestito, passo discreto e eretto come uno studente di Cambridge
P- Ambrogio Brambilla Fumagalli! Benvenuto! Grazie per la disponibilità... Si accomodi lì
        Il giovane si siede sulla prima sedia a destra sul palco.
P- Poi, scendendo lungo la nostra nazione, un Romano...
... ...Entra un altro giovane, molto casual, passo simil John Wayne, strascicando i piedi e smascellando un chewyngum...
P- Signor?...
R- Rocco detto Er Duca!
P- Possiede illustri ascendenti?... Per il suo animo nobile?... E' un riferimento a qualche suo atto di grande generosità...
R- ... Er Ducapelli!... Con permesso io me metto a séde!
P- Prego! E in fine, in rappresentanza del sud, non tanto geograficamente, ma nello spirito e nelle tradizioni popolari, un Marsicano D.O.C.: Ginetto Zumpafosse!
G- Cia' Vaju'! Addo m'adenga mette?
P- L'ultima sedia a sinistra, prego...
G- E cché te so' ditte Grazie?
P- Prego?
G- Aridaje!...
... ...IL presentatore ora si rivolge al pubblico spiegando come si svolgerà la serata.
P- Come potrete immaginare, oggi confronteremo tra loro tre dialetti molto diversi per vocaboli ed espressività.  Individueremo delle  frasi, dei modi di dire e li faremo tradurre dai nostri ospiti... Iniziamo con un bell'applauso...
Allora, iniziamo con un saluto molto semplice...
... ...Il MIlanese si alza lentamente e poi con molta no-chalance:
A- Ueh! Bella lì! Ciao Raga...
... ...Rocco squadra il meneghino... poi con una smorfia dura, impettito, si alza:
R- Aoh! Ragà, sciao a tutti!
... ...Ginetto li ha guardati entrambi... si è stupito della loro loquacità... si alza:
G- Oh!
... ...Si siede!
P- Bene! Abbiamo notato come tra i vari dialetti ci siano già le prime differenze: diciamo che il Marsicano è di poche parole... Andiamo avanti! In un ristorante...
A- Garson! Sénta, vorrei ordinare... grazie!
R- Ggiòvanee! Ecchime qua! Vojo magna' mica so' venuto pe vedè le tende!
... ...Ginetto si alza, quasi ad imitare la spavelderia degli altri due, si prepara, alza il braccio destro e:
G- Oh!...
... ...
P- Ora un incontro con amici in piazza.
A- Ehilà ragazzi, non fate i maranza, dai facciamoci una stòria tranquilla...
R- A Seccoo! Sciao Spadì! Nun vedo 'r Caccola...'ndò 'nnamo?
... ...L'abruzzese si apre in un sorriso amichevole, rivolge lo sguardo al pubblico, e con la mano aperta:
G- ...Oh!
... ...
P- Vediamo i diversi comportamenti all'appropinguarsi di una bella giovine donzella...
G- Eh? 'Na gazzella?
A- Ma no! una ragazza!... Che esiguità di vocaboli ha il tuo vernacolo!
G- ... Pe' mmo' vaffanculo! Po' me faccio spiega' che significa e tte meno pure!
P- Calmi Ragazzi! Andiamo spediti: arriva una ragazza...
A- Ueh! Bèlla figa! cusa l'è che fai?
R- ... A Fataa!
... ... Ginetto carica l'espressione come se mimasse il lento attraversare il campo visivo della donna e d'improvviso...
G- Piccòo!
... ...
P- Ehm! Bene... Vediamo ora le espressioni secondo le variazioni di un accadimento. Per esempio leggete sul giornale di aver vinto alla lotteria.
A- Ragazzi che figaata! E' proprio vero: "Chi volta l'cul a Milàn volta l'cul al pan!"
R- Aoh! So 'r mejio! Mo v'aricompro a tutti!
... ... Mima la lettura e poi esplode incontenibile:
G- 'Ncùlo!
... ...
P- Ora invece scoprite che avete perso irrimediabilmente il biglietto vincente.
... ... Ginetto irrompe:
G- E tte pareva! Je Cane mòcceca sempre a je stracciare!
P- Attenda il suo turno... è una finzione non si inalberi... prego!
G- Prego de che?... e qquisht' rentòna?!
P- Ambrogio?...
A- Che down ragazzi! Questa è sfiga!...
R- Aoh! Che botta! Sto sotto tera...
... ... Abbassa lo sguardo, quasi piangente dondola la testa...
G- ...'Nculo!...
... ...
P- Ripassa la ragazza di prima... notate un particolare molto... evidente... a posteriori... Ehm!
A- Ueh! Cusa l'è ches' chì: un mandulin'?
R- Anvedi come c'ha 'n sorriso verticale!
... ... Gino sgrana gli occhi, segue il passaggio, si abbassa al livello del... e...
G- 'Nculo!!!
... ...
P- Ora vedete il conto del ristorante di prima.
A- Ehi! La Madòona! La prossima volta mi lascio perquisire...
R- Aoh! Hai sbajato! Questo è 'r conto de tu moje... Ma a me me fa lo sconto!
... ... il Fucense si alza di scatto leggendo il foglietto immaginario, poi scatta in avanti:
G- Fatti 'nculo!
P- ... E' notevole la varietà di vocaboli ed espressioni del nostro amico marsicano... Perchè non salutiamo con un incoraggiamento i nostri spettatori... Prego.
... ... Ginetto ascolta contrariato l'ennesimo "prego" immotivato secondo la sua logica...
A- Ciao a tutti! Andrè a laurà!
R- Aoh! Siete 'n tajo! Se vedemo!
... ... Ginetto si alza, braccia in alto richiama attenzione e...
G- Spigni Compa'!!!
... ...
P- Salutiamo con un grande applauso i nostri amici ringraziandoli per la gentile partecipazione: Grazie!
G- E mmo' ce va! Prego!
... ... Escono tutti.
... ...
[Fatta durante il "Rock Festival di Avezzano" nel 1995, in Piazza Risorgimento davanti a più di 2000 persone!... 'Nculo!]

I vostri 
Proverbi e detti... qui!
Nighty




permalink | inviato da il 24/1/2005 alle 11:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


21 gennaio 2005

Giulia & Meo... (Realmente accaduto!)

Giulia è sorridente... Silenziosa, morbida in quell'abbraccio prolungato e immobile con le coperte candide.
Sorridente a labbra socchiuse... Respiranti e delicatamente tremolanti... Silenziosa... Inerme!
In quel letto solitario, circondato di effetti personali rapidamente raccolti... Di affetti distratti e lentamente destati da un accadimento infausto rapido, definitivo; insensibile ai gesti, alle parole, alle preghiere...
Meo è lì che guarda, trattenendo la smorfia di incomparabile dolore che quella lama dentro lo stomaco gli dà da quando è successo...
Quel misto di sensi di colpa, di rimorsi... Di impotenza e... anche di egoismo abitudinario: il solito pensare, vivere, gioire e soffrire in funzione del suo quotidiano incontro con Lei... Ora spezzato per... Sempre?
E resiste, e saluta chi va via ché è tardi e rassicura con sguardo fiero e forte che tanto c'è lui lì, ora... Che ce la fa.
... ...
Poche ore dopo Meo è morto! Non ha retto al distacco, al dolore che lo bucava dentro... All'infinita attesa di qualcosa che oramai non poteva più...
... ...
Accorrono le infermiere in stanza! Sentono il polso e la macchina sibilare il segnale di un ritorno inatteso!
Giulia apre gli occhi...
Si desta da quel sonno che appariva eterno...
Aumenta con lentezza l'arco del suo sorriso e...
- ...Meo!... Meo... Meo?...
... ...
Cinico accanto a me dice:
- Che sfiga... ha aspettato tanto e poi...
Freddo sottolinea, mentre cerca qualche altro programma in tv:
- Ma poi quale emozione può prima farti accudire una persona per tanto tempo e poi cedere così di schianto?...
Distratto, ascolta che pare dentro il discorso... poi commenta:
-
 Vabè un fatto di cronaca locale... in un ospedale. Cambia!
Io li osservo dapprima sorpreso, poi li riconosco in fondo e miro a stupirli:
- Ecco! Leggete quà! Qui c'è la risposta anche a domande che non sapreste farvi!
E porgo loro un libro: Romeo & Juliet, di William Shakespeare... Leggono voraci!...
... ...
Talmente terrorizzati da tanto ignoto... Da tanta parte della vita a loro esclusa per tanto tempo, fuggono piangenti come davanti al peggior film dell'orrore mai proiettato ai loro occhi!
... ...
Il fatto di cui romanzo gli accadimenti è accaduto in un ospedale italiano in giornata...
Ne da notizia il Tiggì... Io rimango in attesa, incuriosito e incantato come se aspettassi qualcosa che non c'era.
Poi mia madre esclama:
- Come Romeo e Giulietta! Incredibile!...
- Ah! Ecco cos'era...
... ...
La vita e la poesia, quando è immensa, si incontrano prima o poi.
E il tempo non conta più!
Nighty




permalink | inviato da il 21/1/2005 alle 21:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa


20 gennaio 2005

R. S. 7: Quelle sere a casa di Napo...

Quelle sere a casa di "Napo"...
Lo chiamavamo così da quando, increspito nella chioma e solitamente vorace nell'appetito, durante una vacanza in Gargano, era d'abito visitare tutti i bungalow, le tende e le roulotte di amici e parenti per assaporare, degustare... magna'!
... ...
Insomma, da Napo portavamo un paio di bottiglie di Montepulciano d'Abruzzo, salsicce di Tagliacozzo, patate di Fucino, pasta De Cecco... condimenti vari e due VHS ( Eh! Si! A quell'epoca, tra gli '80 e i '90 erano l'avanguardia!).
Una delle due spessissimo era Hard!
Non è che fossimo un gruppo di debosciati con la canottiera strappata e unta dediti alla masturbazione di gruppo...
Ci facevano ridere, rigidi ed eccitati... questo si!
Ci facevano sbellicare dalle risate le facce doloranti e sforzate dei primi Pornodivi spremuti e delle annoiate attrici dell'epoca!
Le colonne sonore ridicole e esilaranti, seconde soltanto a quelle dei Colossal di serie B, ma anche qualcuno di serie A di qualche decennio fa!
Tante volte Amiche (avete capito bene... AMICHE!) un po' curiose e... forse un po' invidiose della nostra creatività goliardica e mangereccia, si lasciavano invitare e... Rimanevano inorridite, esterrefatte... eccitate, divertite... Svanite!.. Nel nulla dopo la serata!
Altri erano i film che non avevamo visto al cinema: in quegli anni l'Impero trasmetteva un film di cassetta per 15 giorni... e non c'era altra sala nella Marsica.
E allora: L'attimo fuggente; Fa la cosa giusta; Mo' better blues; 'Round Midnight; Arme letali varie; Marrakesh Express (il nostro Inno, il nostro manifesto: noi siamo gli ultimi ad avere i ricordi i  bianco e nero!)... Regalo di Natale; A Chorus line...
Pasteggiavamo con la nostra mitica 4+2 (Caloricissima pastasciutta ai 4 formaggi + pancetta e salsiccia), un testo di salsiccie al forno con patate... del buon vino e...
Qualche profonda riflessione, qualche battuta, tanti discorsi astrusi, demenziali, disorientanti sui film, sulle settimane intercorse tra un appuntamento e l'altro, lo studio, il lavoro, le donne...
Eravamo grandi!
Un po' troppo Single... forse... Ma grandi!
Certo poi il problema donne è stato brillantemente risolto un po' da tutti: un paio sono felicemente sposati con prole; altri fidanzati da anni; altri saltano allegramente da un letto ad un altro come adolescenti con gli ormoni in preda ad un'overdose di supposte effervescenti...
Io e... Napo... siamo rimasti affezionati al nostro "letto singolo", citiamo spesso "Metamorfosi" e Sergione Caputo... E le riflessioni sui film e sui moods americani sono rimaste...

Metamorfosi
demoni-torpedine mi attaccano
furie impomatate si scatenano
nelle vie piu' chic della mia anima
Alzo il gomito
anche da lontano ti perseguito
notti di libidine al telefono
soffro di fobie da letto singolo
D'accordo che ho la caduta degli zuccheri
e' vero che sto pagando i miei tabu' (uh uh)
Ma per favore non mi dire
che non ti piace il mio blues
ci ho lavorato delle ore
per conquistarti di piu'
Mi sono alzato stamattina
furibondo per il clima
ma nel bagno canticchiavo "Mon Dieux"
metamorfosi
per te

Ciao

Puntate Precedenti
Proverbi e detti
Nighty




permalink | inviato da il 20/1/2005 alle 19:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


19 gennaio 2005

A.genzia V.iaggi M.usicali: 5° Parte

...La sincope, il ritmo e il Blues diedero vita ad un'altra musica scanzonata, forte, di rottura e divertente...il Rock&Roll!... tra i '50 e i '60... niente a che vedere con i replicanti dell'ultima ora o con il Crossover degli ultimi anni...
Il R&R era se stesso in quegli anni e per quegli anni! Ha rappresentato una generazione che cercava una musica che rompesse gli schemi che certi stili popolari (e purtroppo anche il Jazz) oramai seguivano.
Il jazz, definito come l'unica forma d'arte nata nell'ultimo secolo, aveva abbandonato i ghetti e i neri ed era diventato Mondiale... Fantastico!!! Ma il bisogno umanissimo di identificarsi nel proprio tempo dei ragazzi e, soprattutto, la volontà della comunità artistica nera di riconquistare il proprio suono spezzò il conformismo musicale con il Rock (appunto) e il FreeJazz!!!
Ornette Coleman germogliò lo stile come sua evoluzione del BeBop Parkeriano... esaltando ad armonia note e melodia sulla struttura armonica, che invece si ricostruiva spontaneamente con le improvvisazioni dei musicisti... Armolodia!!! (...così almeno mi sembra ascoltandolo...)
Ma ci fu un'evoluzione più estrema che volle esaltare il "brutto" come parte fondamentale di un espressione artistica, e che evidenziava come quest'ultima fosse incompleta altrimenti... inoltre una musica così inarrivabile era di nuovo il suono della protesta dei ghetti neri e delle minoranze, lontanissimi dall'integrazione...(ancor oggi...).
Tutto ciò non ci preservò dal becero sfruttamento commerciale del Rock& Roll che si trasformò, e forse lo è ancor oggi che non va neanche di moda, in un falso assecondare ed enfatizzare modelli facilmente replicabili, garanzia di guadagni duraturi... che sancì il definitivo sfumare della schiettezza e della rivoluzione culturale... e nel Freejazz tanti salivano sul palco, vomitavano cascate di note senza senso, ci legavano uno slogan e via!!!...
Ma tutto 'sto casino ci ha donato comunque gli anni d'oro della ricerca musicale, una grande voglia di novità a 360° che ancor oggi ci stimola...Il Modale di Davis, L'Hard Bop dei Jazz Messengers, di Clifford Brown e Max Roach, di John Coltrane, l'innovazione di Eric Dolphy, di Mingus, Cecil Taylor, Antony Braxton, ma anche tanto Mainstream con Dizzy, le big band, Joe Henderson, Sonny Rollins, la nuova poetica del "piano-trio" di Bill Evans...
e nel pop-rock tante cose stupende da ricercare tra troppe fumose e ripetitive produzioni di Elvis & Company... i Beach Boys e i primi Beatles... e in un attimo ci ritroviamo nei '70!...Ma questa è un'altra storia...
... ...
Sergione Caputo appuntò al mio umile componimento una sua preziosa precisazione, ve la dono:

Si puo' approfondire, volendo. Per esempio il rock e' nato dalla fusione del country (a sua volta derivante dalla fusione della musica irlandese col gospel dei neri) e il blues, derivante dalla applicazione dei principi del gospel (solo vocale) ad una struttura di accordi facile e ripetitiva. Poi, dopo che
Chuck Berry invento' di fatto il Rock, le prime case discografiche si accorsero del potenziale di questo nuovo ritmo, e si accorsero anche che i neri non avevano molti soldi da spendere nell'acquisto di dischi. E fu cosi' che dopo affannose ricerche trovarono uno che poteva aprire il mercato del rock ai bianchi, tale Elvis.
(s.c.)

-
A.genzia V.iaggi M.usicali (puntate a ritroso)
- Lista italiana di Nighty (aggiornata ancora)
- E poi ancora i vostri detti e proverbi dialettali e gergali... Siamo già una trentina!

Bon Voiage...
Nighty<




permalink | inviato da il 19/1/2005 alle 18:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre   <<  1 | 2 | 3  >>   febbraio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Film!
Teatro
Corso Animatori
La mia Città
A.genzia V.iaggi M.usicali
Racconti Sconnessi
Senza Filtro
Le Città di Nighty
Coma so' Ffatte?
Frattaglie poetiche
Commedie autografe
Racconti e Frammenti
Riflessi Sabbiati
Disertori
Discoteca LibereFrequenzeNotturne
recensioni

VAI A VEDERE

Nighty su MySpace
Valtur


Google

Note Biografiche dell'essere vivente in questione...

Nighty
 nasce… come tutti!
E sarà proprio questo che gli regalerà quell’eterna espressione di stupore nel non persuadersi che un essere come lui potesse venire al mondo come gli altri esseri umani!
Passerà la prima parte della sua vita nell’abile arte di mimetizzarsi tra gli abitanti del globo terracqueo, annaspando volontariamente tra la mediocrità di studi tecnici e gli approcci poco convincenti con l’università.
Successivamente, con una spiazzante mossa del tutto uguale a quella dei migliori esemplari di homo sapiens (una raccomandazione parentale), conquista un posto in fabbrica come operaio generico.
Non contento della mimetica e insulsa vita fin lì costruitasi, identifica in un altro mestiere l’apoteosi dell’idiozia e contemporaneamente il suo posto perfetto per ingannare qualunque dubbio sulla sua provenienza o presunta intelligenzaL’Animatore Turistico!

Purtroppo l’istinto primordiale di scarabocchiare e far domande su qualunque cosa riempia della sua massa l’atmosfera di questo sconosciuto pianeta, e formulare di tanto in tanto pensieri di senso compiuto su fogli di cellulosa, ancora oggi minano la sua faticata tranquillità.
Si è recentemente prodotto in un libro di racconti e frammenti poetici (Racconti e Frammenti, Montedit 2005), scrive saltuariamente su un Blog (www.nightfreeqnc.ilcannocchiale.it) e continua a far domande e ad impiastrare albe primordiali e intensi tramonti con la sua pedissequa espressione di stupore.
Voci veritiere e confermate dai fatti che lo danno vincitore di un premio letterario col suo primo romanzo “Noiæ (jamme po’ iì!)”(poi trasformato in "Noi (...ae!)" per l'imminente edizione Serarcangeli), acuiscono l’incombenza che prima o poi venga riconosciuto, isolato e reso innocuo per la società.
Nell’attesa del lieto evento le ultime notizie pervenute lo danno eremita in un luogo ameno alle pendici di un monte del “Golfo del Lazio” alle prese col suo secondo romanzo.
Nel frattempo subisce gli effetti delle fobie da letto singolo e degli sbalzi di umore propri della sua natura.

music player
I made this music player at MyFlashFetish.com.
.



CERCA