Blog: http://Nightfreeqnc.ilcannocchiale.it

A.genzia V.iaggi M.usicali 4

...Miles guardò il vecchio leader durante una prova in uno studio di registrazione e decise quale sarebbe stato il suo mestiere, poi scoprì la sua vera età e impaurì!...Bird morì a trentacinque anni dimostrandone sessantacinque...aveva dato tutto ciò che gli era rimasto ai suoi frammenti di famiglia e alla musica, e il Signore lo chiamò per la sua orchestra personale...Quando piove sincopato, che le foglie ballano sotto le gocce, che il profumo dell'aria riempie le narici e il cuore...Quando i tuoi ricordi si bagnano e ravvivano i colori...quello è un assolo di Charles Christopher "Bird" Parker...( More Love & Respect...)
Durante i Sixties si dice che ogni album fosse un capolavoro...e non solo nel Jazz. Il rock all'epoca era la sincope più semplice e trascinante del mondo, lo swing reso barzelleta per tutti, il riso per le feste, forse un po' ripetitivo, ma divertente e grintoso (io mi carico sempre di più con uno swing a 2000 con un solo tiratissimo di...clarinetto stile "Sing, sing, sing"...comunque). Il jazz prese il volo verso nuove forme espressive, verso il mondo, verso le contaminazioni che poi erano da sempre nel suo DNA...e quindi per chi volesse seguire idealmente la strada del Be-Bop basterà accattare Ornette Coleman da "Sometin'Else" a "Free Jazz"...Chi le grandi orchestre, da Ellington a Woody Herman e i suoi "Fab Four"...Chi vuole tentare di star dietro alle immaginifiche produzioni Blue Note e Verve vada a caccia da amici, musicisti e vecchi negozi...e anche su internet. Chi vuol stringere la mano a Dexter Gordon, nobile staffettista tra Lester e John Coltrane "A Man Supreme"...rimanere rapito da Bud Powell, Bill Evans e tutti i loro figli pianisti del secondo novecento...immergersi in tutte le tonalità del blu di Miles Davis e Gil Evans...correre sulla West-coast e conoscere Gerry Mulligan, Chet Baker...Mammamia, ci vorrebbe un'elenco alfabetico, ma vi basti sapere che in realtà per riscoprire quel fervore, per annusare l'aria di quelle session, basta avvicinarsi poco a poco, lasciarsi portare da istinto, curiosità e piacere e allora i colori della vostra musica centuplicheranno intorno ai vostri occhi rapiti...fidatevi...Altro che Canne!...In quegli anni si rincontrarono il Brasile e gli U.S.A.: Stan Getz si innamorò della bossa di Antonio Carlos Jobim, Dizzy della Salsa Cubana e di Chano Pozo...Tito Puente presentò al mondo lo Swing caraibico...il Mambo!!! Che dirvi di più...

A.genzia V.iaggi M.usicali (Arretrati)
Lista della spesa Italiana (aggiornata)

...Se poi volete continuare a commentare il post di ieri... ci tengo,
Nighty

Pubblicato il 10/1/2005 alle 18.6 nella rubrica A.genzia V.iaggi M.usicali.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web